Tag: news

The Thinking Clouds a SMAU Berlino

The Thinking Clouds sbarca a Berlino!

Grazie a SMAU, l’evento di riferimento nei settori Innovazione e Digitale per imprese, la nostra startup ha avuto la possibilità di farsi conoscere dal mercato tedesco in una due giorni densa di incontri e di networking.

Abbiamo presentato un primo prototipo di Glooci, un’app pensata per migliorare la fruizione dei beni culturali e valorizzare il territorio mettendo in comunicazione il visitatore con il Genius Loci, protettore ed anima di un luogo secondo l’antico culto romano.

Glooci è nata dalla consapevolezza che piccoli centri d’arte come Benevento, la nostra città, avessero bisogno di una spinta per generare un maggiore indotto turistico. Non solo marketing territoriale, ma storytelling emozionale e interazione

Abbiamo così proposto la nostra soluzione per riavvicinare le persone alle piccole città d’arte attraverso lo sviluppo di applicazioni che utilizzano come tecnologia di base l’intelligenza artificiale per l’erogazione di contenuti multimediali e interattivi.

Con Glooci, il visitatore potrà chattare con il Genius Loci, ricevendo sia contenuti multimediali su misura, sia ponendo domande a chi la storia l’ha vissuta di persona. Il chatbot del Genius Loci erogherà informazioni e contenuti assumendo l’identità di un personaggio storico simbolo del luogo, adottando il suo linguaggio e la sua personalità.

L’esperienza a SMAU Berlin è stata fondamentale per testare l’interesse del mercato tedesco e per avere i primi dati sull’efficacia del processo di ricerca e sviluppo che ci ha visto impegnati negli ultimi mesi nello studio dell’interazione con gli assistenti virtuali.

Glooci, la nostra app per la visita dei Beni Culturali è un passo in avanti verso una più coinvolgente esplorazione del territorio, uno strumento che le piccole città d’arte possono utilizzare per generare indotto turistico anche dove non è possibile una programmazione di eventi.

A SMAU Berlin non abbiamo però presentato soltanto la nostra soluzione per i beni culturali: la nostra offerta è disponibile anche in ambito aziendale per la formazione e il tutoring dei dipendenti.

Invitalia premia The Thinking Clouds tra le migliori start-up sul turismo a FactorYmpresa

 

 

Impresa e innovazione in Campania

Invitalia premia The Thinking Clouds tra le migliori start-up sul turismo a FactorYmpresa

L’idea: un’intelligenza artificiale che ti guida tra monumenti e siti archeologici

The Thinking Clouds, start-up innovativa di Benevento, si classifica al terzo posto su 127 partecipanti e al primo posto in Campania alla Accelerathon sullo Smart Tourism di FactorYmpresa Turismo, chiusosi sabato 10 Ottobre a Roma nell’ambito del festival Economia Come, promosso da Invitalia.

Il progetto premiato è Woolysses, un chatbot che attraverso tecnologie di intelligenza artificiale propone percorsi di visita e contenuti multimediali ai visitatori delle piccole città d’arte.

Basta scaricare l’app e il visitatore potrà conversare con il Genius Loci, l’anima protettrice del luogo, che lo guiderà in un percorso multimediale e multisensoriale.

L’intelligenza artificiale vi guiderà nel vostro prossimo viaggio tra monumenti e siti culturali.

Roma, 10 Ottobre – Oltre 120 le candidature per aggiudicarsi il premio come migliore start-up innovativa sul turismo alla Accelerathon sullo Smart Tourism di Invitalia, tenutosi nell’ambito del festival Economia Come all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

Tra i 10 finalisti al concorso, soltanto una la start-up Campana riuscita a classificarsi al terzo posto con la vittoria di uno dei premi in denaro in palio. The Thinking Clouds, start-up innovativa di Benevento, ha presentato il progetto Woolysses, un’applicazione che permette ai visitatori delle piccole città d’arte di dialogare con l’anima protettrice del luogo, il Genius Loci, che erogherà consigli, contenuti multimediali e storie sotto forma di percorsi interattivi.

Woolysses prevede lo sviluppo di una soluzione tecnologica “on-cloud” in grado di alimentare la conoscenza e di erogare i servizi di uno «smart assistant». La piattaforma tecnologica proposta sarà in grado di rispondere alle esigenze degli utenti (visitatori delle città d’arte), fornendo sempre contenuti utili al momento giusto e nel posto giusto. Il processo di segmentazione dinamica e di analisi in tempo reale, insieme a modelli predittivi, rendono possibili l’erogazione di contenuti e consigli personalizzati, next-best actions, e di anticipare le esigenze di ogni singolo utente.

“Un risultato che non premia solo l’impegno ma che ci accompagna in un percorso d’impresa con nuovi alleati”, ha commentato Livio Ascione, marketing manager e co-fondatore di The Thinking Clouds, puntando l’accento sull’importanza di iniziare un percorso di business che aiuti le persone a conoscere i luoghi di cultura grazie alla tecnologia che utilizziamo tutti i giorni.

Woolysses punta a diventare un game changer rispetto al modo in cui le persone visitano i monumenti e le aree archeologiche, invitando gli utenti non solo a partecipare in maniera proattiva alla visita, ma guidandoli in un’esperienza immersiva che genererà un indotto economico sul territorio, aumentando le visite e generando nuovi business.